Le Theròseghe, buffe creature che stregano Erto

Dal 27 dicembre 2017 al 31 gennaio 2018 le Theròseghe hanno deciso di tornare durante le festività invernali di quest’anno e il paese si prepara a decorare le vie del centro storico e l’abitato nuovo di Erto con vestiti colorati, scope di saggina e l’immancabile sagoma del profilo furbetto della Theròsega, uniti alla fantasia e all’abilità degli ertani. L’ispirazione viene ovviamente dal racconto popolare della Theròsega di Erto, che tutti gli abitanti conoscono bene e tramandano di famiglia in famiglia: la Theròsega incontra ogni inverno San Giovanni e ogni volta lo prega di essere battezzata. San Giovanni accetta e le chiede di andare a prendere l’acqua per poterla benedire e procedere al battesimo. La Theròsega corre a rifornirsi di acqua ma, decidendo di riposarsi un po’ prima di tornare dal Santo, si addormenta fino al mattino dopo e perde l’occasione di essere battezzata. Ci riproverà l’anno dopo: un modo per sottolineare la ciclicità degli eventi ma anche per segnare l’attesa delle tanto attese festività natalizie. L’Ecomuseo Vajont anche quest’anno racconta l’invasione delle Theròseghe sui suoi social network, in particolare sulla pagina Facebook www.facebook.com/ecomuseovajont, dove sarà possibile scoprirle e i luoghi del paese dove sono nascoste, ma anche pubblicare foto e lasciare commenti riguardanti l’evento. Facendo sempre attenzione a non offendere la sensibilità delle capricciose, lunatiche e bacchettone Theròseghe di Erto, non si sa mai che abbiano pronto del carbone da farvi trovare nella calza il giorno dell’Epifania.

Pubblicato nella blog